Home arrow Gare Nazionali arrow Campionato Italiano arrow Italiano 2010 arrow Campionato Italiano 2010 arrow Il portacolori HM Honda Racing conquista il suo settimo titolo tricolore - Comunicato Assomotor
 
Il portacolori HM Honda Racing conquista il suo settimo titolo tricolore - Comunicato Assomotor

l portacolori HM Honda Racing conquista con determinazione il suo settimo titolo tricolore

 

CARPI (MODENA) – Il tanto atteso gran finale del Campionato Italiano Internazionale SuperMoto va in scena sul circuito pavese di Ottobiano lo scorso fine settimana. Il round sei del tricolore rappresenta un evento molto importante per il Team HM Honda Racing ed il suo portacolori Ivan Lazzarini, che concludono la stagione con un ottimo ma conteso risultato grazie al quale si riscattano da quei problemi di salute che indeboliscono Ivan e le sue prestazioni dopo il GP di Germania. Con molta soddisfazione, Lazzarini ed il Team trionfano grazie al terzo posto assoluto di fine giornata e alla conquista del settimo titolo tricolore del pesarese. Lorenzo Lapini, impegnato nella Classe Open, è il protagonista di una gara sottotono che conclude con il 22esimo posto assoluto.

 

Ivan arriva al circuito pavese con un obiettivo: conquistare solide posizioni e fare suo il titolo tricolore per riconfermarsi campione. Sebbene in netto recupero dai postumi della broncopolmonite che gli causano parecchie difficoltà, l’alfiere Honda da il 101 per cento di se durante il fine settimana già a partire dalla sessione di qualifiche dove spinge al massimo la sua moto fino a mettere la firma sul terzo miglior tempo, sulla scia di Thomas Chareyre e Davide Gozzini.

 

La giornata di domenica inizia con una turbolenta Gara 1 dove Lazzarini, autore di un’eccellente partenza, va alla ricerca del podio correndo in seconda posizione. Ivan viene attaccato da Gozzini, che effettua un sorpasso forse troppo azzardato considerando il punto in cui è effettuato e dove lo spazio così ristretto non consente manovre del genere, uscendo di pista mentre si infilano Adrien Chareyre e Teo Monticelli. Il pesarese però non si fa mettere i piedi in testa, mantiene il controllo della moto evitando di cadere a terra e riparte all’attacco del pilota del Team Freccia sul quale ha la meglio. Il rappresentante di HM Honda Racing chiude la sessione con un solido quarto posto mentre raggiungono il podio, nell’ordine, Thomas Chareyre, Davide Gozzini e Adrien Chareyre.

 

In Gara 2 Lazzarini parte all’attacco quando il rivale Gozzini lo stringe prepotentemente e perde posizioni scendendo al quinto posto, ma le difficoltà non intimoriscono il pesarese che grazie alla forte volontà si riscatta nell’off-road andando alla caccia dello sfidante bresciano per prendersi la rivincita grazie ad un sorpasso ben studiato. Ivan si porta in seconda posizione per mantenerla fino al 12esimo giro sempre inseguito da Adrien Chareyre, che lo sorpassa quando mancano tre giri alla fine, così il pilota HM Honda Racing conclude la movimentata sessione con un solido terzo posto preceduto dal francese e dal fratello Thomas, primo classificato.

 

Ai vertici della classifica di giornata assoluta si vedono i fratelli Chareyre, Thomas e Adrien, occupare le prime due posizione mentre Ivan completa la top tre.

 

Thomas Chareyre torna a casa con un altro importante obiettivo realizzato, dato che Ottobiano gli consegna il titolo internazionale grazie ai 259 punti accumulati. Il francese leader della classifica internazionale si lascia alle spalle Davide Gozzini, con i suoi 228 punti, ed il pesarese di HM Honda Racing che vanta 226 punti frutto del suo costante lavoro fatto insieme al Team e della sua grande forza di volontà.

 

Lazzarini mantiene saldamente la leadership nella classifica tricolore grazie al ricco bottino di 279 punti, seguito da Gozzini, con 270 punti, e Christian Ravaglia con 190 punti.

  

Lorenzo Lapini scende in pista ad Ottobiano sicuro di voler raggiungere il podio della Classe Open e da il massimo per concludere in bellezza la stagione tant’è che inizia il fine settimana con il piede giusto e mette a segno il settimo miglior crono nelle qualificazioni di sabato. Domenica il pilota inizia Gara 1 piazzandosi al 16esimo posto ma nonostante la determinazione, nella manche successiva è costretto a ritirarsi a causa di alcuni problemi alla frizione. A fine giornata, il trionfatore è Luca D’Addato affiancato sul podio da Massimiliano Porfiri e Matteo Piva.

 

Il titolo finisce nelle mani di D’Addato, mentre Porfiri e Lorenzo Pes sono secondo e terzo nella classifica di campionato che vede Lorenzo vicinissimo alla top ten, in undicesima piazza.

 

Conclusosi il Campionato Italiano, il Team HM Honda Racing tornerà nuovamente in azione il prossimo fine settimana a Cahors, Francia, per affrontare il SuperMoto delle Nazioni. La squadra si sposterà poi a Solou, in Catalogna, per la finalissima del Mondiale programmata per il 21 novembre.

 

Tutte le informazioni sull’attività del Team HM Honda Racing sono online sul sito www.assomotor.it.

Wings for Life