Home arrow Gare Nazionali arrow Campionato Italiano arrow Italiano 2010 arrow Campionato Italiano 2010 arrow Van Den Bosch ed Ivan Lazzarini si aggiudicano Internazionali e Tricolore Supermoto - Comunicato DBO
 
Van Den Bosch ed Ivan Lazzarini si aggiudicano Internazionali e Tricolore Supermoto - Comunicato DBO

L’iridato francese Van Den Bosch (Aprilia) si aggiudica la prima prova degli Internazionali d’Italia Supermoto mentre in testa al campionato tricolore è subito il campione Italiano Ivan Lazzarini (Honda).

 

Castelletto di Branduzzo (PV) 27-28 marzo - Nuova formula e pista fantastica per il debutto degli Internazionali d’Italia Supermoto edizione 2010, campionato accolto con i favori del pubblico accorso numeroso grazie anche alla bella giornata di sole, e dei piloti che hanno toccato le 170 unità. Le novità introdotte da DBO e FMI riguardano la marca degli pneumatici, ora Goldentyre, le nuove classi Open, Coppa Italia e Young e un ricco montepremi.

Vince la prova di apertura uno scatenato Thierry Van Den Bosch, tornato a cavalcare un’Aprilia con il team toscano PMR-H2O e subito vincente mettendo a segno qualifiche, warm-up e due manche finali che gli sono valse la vittoria e la vetta in campionato internazionale. Si difende con onore il campione italiano e internazionale S1 Ivan Lazzarini (Honda), in testa al tricolore con due primi posti sempre davanti al campione dell’S2 Davide Gozzini (TM).

In gara, come detto, anche la classe Open, confronto che ha visto il milanese Luca D’Addato (Honda) imporsi in entrambe le manche, anticipando così sul podio assoluto di giornata sia Mattia Traversa (Husqvarna) che Massimiliano Porfiri (Honda). Spettacolo anche in Coppa Italia dove il pontino Paolo Salmaso (Ktm) ha vinto la prova in ragione di un secondo e un primo posto di manche che gli sono valsi il gradino più alto del podio davanti a Diego Monticelli (Honda) e Andrea Taffurelli (Honda) giunti rispettivamente secondo e terzo.
Margini di crescita anche per i numeri dei giovani della categoria Young, dove Lorenzo Promutico (Honda) in sella alla sua Honda si è imposto in entrambe le manche vincendo la gara davanti a Riccardo Lodigiani (Fantic) e Federico Squarcia (Fantic). Infine i due Trofei monomarca con l’Honda che è stata appannaggio di Johnny Falay in virtù di due vittorie, lasciando ad Enrico Veglia e Gianluca Guiotto rispettivamente il secondo e terzo posto.

Thomas Gory è invece il dominatore del Trofeo Suzuki grazie alle vittorie nelle tre frazioni, chiudendo la prova precedendo rispettivamente Mirko Di Flumeri e Alessandro Scalabrin.

L’appuntamento con gli Internazionali d’Italia è fissato ora per l’8 e 9 maggio sul circuito internazionale Kart Planet di Busca, nel cuneese.

 

GARA-1 S1 Internazionale: Come dimostrato nei turni di prove precedenti che ha sempre vinto, il transalpino campione del mondo Thierry Van den Bosch, in sella alla sua Aprilia (PMR-H2O) è scattato subito davanti grazie a una bella mossa, lasciando subito Ivan Lazzarini (Honda-Ita), Bernd Hiemer (Ktm-GER) e Adrien Chareyre (Husqvarna-Fra) alle sue spalle. Li seguono Davide Gozzini (TM), Giovanni Bussei (Honda), Thomas Chareyre (TM), Eddy Seel (Suzuki), Mauno Hermunen (Husqvarna-Fin), Marco Dondi (Ktm) per i primi dieci. Volatone per il battistrada Van Den Bosch che guida solitario la sua Aprilia factory verso il primo traguardo della stagione, lasciando a Hiemer la seconda piazza ed a Chareyre, Adrien, la terza, mentre dietro chiude il campione italiano S1 Lazzarini con la migliore posizione degli italiani davanti al campione italiano S2 Gozzini.

 

GARA-2 S1 Internazionale: E’ ancora il francese ufficiale Aprilia Van Den Bosch a prendere il comando della corsa davanti al pesarese Ivan Lazzarini, Bernd Hiemer, Thomas Chareyre, Davide Gozzini, Giovanni Bussei. Nel secondo giro scivolano Adrien Chareyre, Giovanni Bussei e Hiemer. Intanto al comando l’iridato Van Den Bosch continua spedito la sua corsa al comando fermandosi solo dopo 11 giri dopo aver tagliato nuovamente per primo la bandiera a scacchi che gli permette di festeggiare la sua prima vittoria stagionale in Italia, nel circuito che il prossimo 2 maggio ospiterà la prova di apertura del mondiale della specialità, valido per l’assegnazione del GP d’Italia. Posizione d’onore sul podio di questa seconda manche per Thomas Chareyre in sella alla sua TM e terzo il positivo Ivan Lazzarini che anticipa Hiemer, Gozzini, Hermunen, Bussei, Borella, Seel, Sammartin.

 

S1 GARA-1: 1. Thierry Van Den Bosch (Aprilia-FRA) 11 giri in 18’52.859 e giro + veloce in 1’42.422; 2. B. Hiemer (Ktm-GER); 3. A. Chareyre (Husqvarna-FRA); 4. I. Lazzarini (Honda-ITA); 5. D. Gozzini (TM).

S1 GARA-2: 1. Thierry Van Den Bosch (Aprilia-FRA) 11 giri in 18’52.757; 2. T. Chareyre (TM-FRA); 3. I. Lazzarini (Honda-ITA); 4. B. Hiemer (Ktm-GER) giro + veloce in 1’42.071; 5. D. Gozzini (TM-ITA).

S1 Assoluta Campionato Italiano: 1. Ivan Lazzarini (Honda) punti 50; 2. Davide Gozzini (TM) 44; 3. Giovanni Bussei (Honda) 40.

S1 Assoluta Campionato Internazionale: 1. Thierry Van Den Bosch (Aprilia) punti 50; 2. Bernd Hiemer (Ktm) 40; 3. Ivan Lazzarini (Honda) 38.

S1 Graduatoria Campionato Italiano: 1. Ivan Lazzarini (Honda) punti 50; 2. Davide Gozzini (TM) 44; 3. Giovanni Bussei (Honda) 40.

S1 Graduatoria Campionato Internazionale: 1. Thierry Van Den Bosch (Aprilia) punti 50; 2. Bernd Hiemer (Ktm) 40; 3. Ivan Lazzarini (Honda) 38.

Italiano Open Assoluta: 1. Luca D’Addato (Honda) punti 500; 2. Matteo Traversa (Husqvarna) 380; 3. Massimiliano Porfiri (Honda) 270.

Coppa Italia Assoluta: 1. Paolo Salmaso (Ktm) punti 460; 2. Diego Monticelli (Honda) 370; 3. Andrea Taffurelli (Honda) 340.

Trofeo Suzuki Assoluta: 1. Thomas Gory punti 75; 2. Mirko Di Flumeri 52; 3. Alessandro Scalabrin 51.

Trofeo Honda Assoluta: 1. Johnny Falay punti 200; 2. Enrico Veglia 170; 3. Gianluca Guiotto 148.

Trofeo Young Assoluta: 1. Lorenzo Promutico (Honda) punti 500; 2. Riccardo Lodigiani (Fantic) 420; 3. Federico Squarcia (Fantic) 340.


 

Wings for Life